Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni

Gorilla Sapiens Edizioni è una piccola casa editrice indipendente di Roma (sito ufficiale: www.gorillasapiensedizioni.com). Questo blog raccoglie racconti, articoli, rubriche degli autori Gorilla Sapiens.

Lezioni di filosofia applicata: Terza. Dove si dimostra la necessità di uscire dallo stato di natura nel rapporto tra coinquilini.

Se parli di Hobbes in società niente di strano che ti si dica “sì, bellino, ma era un teorico dell’assolutismo del cazzo”, e così, colpa del pensiero democratico imperante, viene fatto fuori. Invece io dico che la validità del suo pensiero è ancora pienamente dimostrabile, soprattutto nelle piccole contingenze quotidiane.
Abbiamo già dimostrato che i coinquilini vivono in uno stato di natura, in questa lezione dimostreremo quanto vivere in tale stato possa essere controproducente e come bisognerebbe uscirne. Per farlo considereremo un problema centrale del rapporto tra coinquilini e cioè quello del riscaldamento.
Il riscaldamento può essere autonomo o centralizzato. Se è autonomo significa che gli inquilini decidono quando accenderlo. In tal caso si possono verificare due casi:
– se i coinquilini restano in stato di natura a prevalere sarà il più forte, che avrà raggiunto il termostato prima, lasciando una scia di cadaveri per tutto il corridoio;
– se i coinquilini escono dallo stato di natura, stipulando un patto di convivenza che li pone in posizione paritaria l’uno di fronte all’altro e sancisce la nascita di un democratico governo di tutti su tutti allora la regolazione del riscaldamento sarà stabilita sulla base della scelta della maggioranza (che lascia però insoddisfatta la minoranza) oppure sulla base della scelta di una minoranza specializzata che valuta quale sia la soluzione migliore per il benessere di tutta la comunità (lasciando in genere insoddisfatta tutta la comunità).
Il riscaldamento centralizzato, invece, implica l’esistenza di un essere super partes chiamato “amministratore di condominio” o anche “timer”; questo elemento super partes sta al di fuori del rapporto tra coinquilini e quindi del loro implicito o esplicito patto di convivenza, e da questa posizione privilegiata fa “quello che cazzo gli pare”, a prescindere dalle volontà o dalle necessità dei singoli inquilini. Da ciò deriva che il potere assoluto è sì stronzo, ma ti risolve un sacco di problemi di convivenza.

* “Lezioni di filosofia applicata” è una rubrica di Gorilla 3.

600p

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on June 26, 2015 by in Lezioni di filosofia applicata and tagged , , , , .
Follow Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni on WordPress.com
%d bloggers like this: