“Il mostro” di Serena Presti Danisi

Aleggiava il mostro, dietro le persiane, inquietandovi con la sua ombra, col suo frastuono. Come un ronzio, o meglio come milioni di ronzii, come la concentrazione di tutti i ronzii possibili in quel minuscolo spazio, tra la prima e la seconda stecca (ancora inclinate a proteggervi dal sole estivo), e in quel minuscolo tempo, tra l’estate precedente e la successiva, tra il vostro apparire e scomparire.
Aleggiava il mostro, e ronzava di quel ronzio impossibile, e vi inquietava con quella sua ombra inesauribile. Tutt’intorno confluivano i suoi amici, parenti, vicini. Lo amavano e non potevano che sostenerlo contro di voi, che invece non vi conoscevate affatto.

Serena Presti Danisi

Battute: 666

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s