“Sospettro” di Matilde Verna

Sospetto che A. sia solo uno strumento della realtà volto a farmi restare in vita.
Ma di più sospetto che la realtà sia un artificio della mia mente funzionale alla sua autoconservazione.
Ma le vorrei dire mente-realtà, di che t’impicci, perché ti ostini, una felicità, dici, ancora una felicità.
Ma io come faccio a credervi se il vento agita la superficie degli specchi e un essere è uno spettro, sospetto, un bagliore, ho timore, un riflesso, confesso.

Matilde Verna

Battute: 452

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s