Lezioni di filosofia applicata

“Uomini delle caverne” di Gorilla 3

Stavo in archivio a leggere di gente morta nell’800, quando, durante una pausa, mi sono imbattuta in questa conversazione in cui uno spiegava a una che gli uomini non possono piangere perché ai tempi in cui abitavano le caverne e uscivano a caccia dovevano sempre mostrare coraggio sennò poi l’animale li sgamava che erano dei cagasotto e se li sbranava. E mentre ascoltavo, estasiata di scoprire qualcuno che ancora si sforzasse di trovare giustificazioni storico-biologiche a stereotipi culturali, cercavo di aprire una bottiglietta d’acqua senza riuscirci per via di quegli orribili tappi piccoli e molto seghettati che quando hai le mani congelate proprio non si riesce a smuovere. Ma certo era inevitabile che in quel momento mi sorgesse il dubbio che magari non riuscivo per una congenita assenza di predisposizione derivata dai lontanissimi tempi in cui le donne delle caverne, abituate a delegare l’apertura delle bottigliette di plastica agli uomini delle caverne, avevano mancato l’appuntamento con la storia condannando le generazioni future a non saper compiere quel, pure apparentemente semplice, movimento della mano. Così la tentazione di chiedere all’uomo delle caverne lì presente di aprirmi la bottiglia è subito nata in me, seppure immediatamente soffocata dal dubbio su dove avesse messo le mani l’uomo delle caverne. E così, sopraffatta da un senso dello schifo in me molto acuto, e indubbiamente ereditato da una primordiale assegnazione di ruoli che attribuiva la pulizia alle donne, ho desistito dal chiedere aiuto e poco a poco, mentre questi pensieri profondi mi occupavano, sono riuscita ad aprire la bottiglietta, stupefatta che un salto evolutivo di tale portata, (quasi un cambiamento di sesso senza chirurgia), si potesse manifestare nell’arco di una sola vita umana, e ancor più, nell’arco di tre minuti.
E così reidratata sono tornata a leggere di gente morta nell’800.

(Gorilla 3)

Altri articoli di Gorilla 3 alla pagina Lezioni di filosofia applicata

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s