Racconti

Speciale Halloween 2019: “Adattamento” di Valentina Presti Danisi

Da quando vivo nella palude, non passa giorno che non pensi a te. La colonia di zanzare sottopelle non è più tanto fastidiosa, il loro ronzio è diventato come un rumore bianco. Il muschio tra le dita dei piedi procura un solletico quasi piacevole. La comparsa delle branchie, tuttavia, mi è parsa un po’ di cattivo gusto.

Osservare i licantropi inseguirsi di notte mi intrattiene. Cuccioli che lacerano e divorano, i loro occhi scintillanti nel buio, sentirli annusare l’aria in cerca di qualche debole creatura. L’attesa è il mio momento preferito. Tutto si sospende, tutto è cristallizzato finché sotto l’ampia luna, il latrato bestiale.

La cova degli uccelli acquatici è così placida. Anche il sasso lanciato da chissà dove non affonda troppo rapidamente. La violenza viva della notte è un sogno impresso in una cornea sempre più opaca. Nell’insieme, non posso proprio lamentarmi. Solo i cacciatori di teste mi danno qualche pensiero, ma confido che restando qui immobile, sotto il tuo cadavere, non correrò grossi rischi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s