Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni

Gorilla Sapiens Edizioni è una piccola casa editrice indipendente di Roma (sito ufficiale: www.gorillasapiensedizioni.com). Questo blog raccoglie racconti, articoli, rubriche degli autori Gorilla Sapiens.

Più Gorilla Più Sapiens (8.12.2016 @Più libri più liberi)

Giovedì 8 dicembre, ore 18:00, nella sala Caffè Letterario di Più Libri Più Liberi (Palazzo dei Congressi, Eur, Roma):

PIÙ GORILLA PIÙ SAPIENS

Sei autori di Gorilla Sapiens Edizioni sullo stesso palcoscenico per uno spettacolo di musica, racconti e poesia.

programma-piugorilla

Seguono dei brevi assaggi…

Le parole: pro e contro

Ivan Talarico – Appunti per un dizionario universabile

Amore (s. m.)
Deriva da a-more, senza more. Indica una situazione di mancanza di neri frutti di bosco.

Carlo Sperduti – Dizionario dei sinonimi e degli inonimi

Per formare il contrario delle parole che iniziano per s, basterebbe eliminare la s. […] Il contrario di sinonimo diverrebbe inonimo, non contrario, mentre il contrario di contrario, ovvero di inonimo rimarrebbe sinonimo. Ecco che si risparmierebbe l’utilizzo della parola contrario, un sovrappiù lessicale ingiustificato.

Davide Predosin – Prospiciente

… prospiciente…
— È una parola sana. Preindustriale —, dichiaro a me stesso, massaggiandomi il viso, passandomi le mani tra i capelli, con un tono solenne che non ammette repliche.
— Sembra non aver perso un’oncia del suo originario smalto… un po’ formale, forbita, ma innegabilmente dotata di un’irresistibile eleganza —.

Carlo Sperduti – Un tebbirile intanchesimo

Voglio rattoncarvi una storia molto tarpicolare, che mi ridargua va dicino. Astolcate tutti… Viveva una volta, in un paese tonlano tonlano, una sgreta tacchiva e dislessica chiamata Fiaba…

Problemi di corpo  

Davide Predosin – Gli automatici

Ho scoperto di avere dei piccoli automatici lungo la cassa toracica fino all’ombelico. Stavano nascosti in mezzo ai peli.
In realtà avevo sempre pensato fossero dei nei, o al massimo delle piccole cisti.
Ma una sera, grattandomi a petto nudo davanti allo specchio, per caso mi sono soffermato sul primo tra le clavicole, e mentre lo manipolavo distratto tra pollice e indice ho sentito come una specie di clic doloroso; come se mi fossi sbottonato.

Ivan Talarico – Sulla mia spalla

Appoggia la tua testa sulla mia spalla
per qualche minuto
e non pensare.
Ho una spalla solida e
resistente,
ampia metratura,
luminosa e silenziosa.
Astenersi perditempo

Complicazioni

Angelo Zabaglio – Il perdente

Luca non perde mai, non perde niente, nemmeno il lume della ragione, nemmeno per un secondo. Quando va al tabacchino per giocare al bingo e vincere la cinquina, non perde mai il portafogli. Mai. […] Gioca a poker senza nemmeno vedere le carte. Non si diverte più neanche. Probabilmente non si è mai divertito veramente, come Robert De Niro in Casinò, ma almeno lui si era innamorato di Sharon Stone, invece Luca non si è mai innamorato perché non hai mai perso la testa per nessuna.

Marco Giovenale – 3,9 – 20 – 600

il crollo di santa monica e los angeles nel pacifico e l’ennesima scomparsa della razza umana rendono rari i download delle app di riconoscimento facciale.

Marco Giovenale – senza titolo

gira (vorticosamente), non è una giostra, non è il mondo, non è i pianeti, gira però
però non è la lavatrice, non si tratta di una parola sconveniente, o di più parole volgari, gira non essendo elettricità, né un motore, né il testo

Marco Giovenale – Filmetto ma solo una scena

Parcheggia molto vicino al bordo, troppo vicino al bordo, al punto che aprendo lo sportello si sbilancerebbe tutto verso il baratro. Quindi esce dall’altro sportello, ma allora è il baratro che gli si sbilancia tutto addosso

Storie di uomini illustri

Angelo Zabaglio – Reazioni in aria

Roberto è uno che viene pagato dal Governo per mettersi nella corsia sinistra delle scale mobili al fine di far capire che siamo un popolo di merda e che le cose devono cambiare.
È un part time statale. Poi nel pomeriggio fuma e butta le cicche per terra lamentandosi degli extracomunitari.

Alessandro Sesto – Stalker stoico

Quei consigli che si giustificano perché il consigliere conosce un fatto che il consigliato ignora, tipo: non passare da Via Garibaldi che c’è una coda assurda, ecco quei consigli, secondo me sono i migliori. Quelli invece del genere: attento che sciare è pericoloso, mio zio si è rotto il perone, insomma, diciamo che sono irritanti. Infine i consigli come: sii retto e onesto, quelli sono quasi offensivi: meno male che me lo hai detto tu, pensavo di dover fare il delinquente. Detto questo, io ho il massimo rispetto per i classici, ma devo esprimere una mia piccola perplessità sulle Lettere di Seneca a Lucilio, che sono tutte un: Lucilio cura la scintilla della tua anima, vestiti sobrio ma non troppo, va bene ama i genitori ma con moderazione, ti ho visto al mercato che compravi dei monili, guarda è meglio se lasci perdere, eccetera. Mille consigli, mai una vera dritta.

Alessandro Sesto – Poeti maledetti

Non poeta maledetto, ore 16:00
Scambio di battute coi colleghi: toccava alla Bertolazzi chiamare la Megafruit per i dati da mettere in fattura, ma non lo ha fatto. Qualcuno la chiama culona. Risate.
Poeta maledetto, ore 16:00
Telefonata ad altro poeta maledetto: la galleria di Via Garibaldi con la sua corte di salici ricorda una vagina di vecchia, risalendo la quale si entra nel corpo marcio della città. Anche l’altro ci aveva pensato. Gli editori sono maiali. Risate amare.

Amore e morte, soprattutto morte

Ivan Talarico – Interno riposo

Certe sere
piuttosto che uscire
è meglio morire.
Una morte domestica,
anche individuale,
farebbe al caso nostro.

Davide Predosin – Il mio sguardo uccide gli insetti

Il mio sguardo uccide gli insetti, per adesso. […]

Carlo Sperduti – La morte: una recensione

La morte si basa su un’idea tanto semplice quanto geniale: la cessazione della vita.
Con la potenza concettuale di una trovata di questo tipo – precolombiano uovo di Colombo – e un senso dell’umorismo mai stiracchiato, la morte non poteva che attirare le attenzioni di molti, suscitando polemiche e accuse – talvolta pretestuose, talvolta ben argomentate – per il suo modo eccentrico di stare al mondo e di risolvere problemi: un modo forse politicamente scorretto, non lo si vuole negare, ma di sicura efficacia.

Continua…

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on November 30, 2016 by in GORILLA SAPIENS EDIZIONI.
Follow Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni on WordPress.com
%d bloggers like this: