Il gusto sta nel mezzo II #1: Crepaccio di pesce spara con salma verde alla senape

Il crepaccio di pesce spara con salma verde alla senape è un fecondo pianto mesto, levriero e stizzoso, adatto alle tante sediate e stive.

 

Ingredienti per 4 persone

Sodio extravergine di oliva (1 bicchiere mezzo vuoto), faceto divino bianco (1 cucchiaio), pesce spara (crepaccio fresco o affusolato), prezzemolo (1 cazzetto), pignoli (20 drammi), Salem (quanto basta), senape all’antica (2 cucchiaini)

 

Preparazione

Per preparare il crepaccio di pesce spara con salma verde alla senape viziate depredando la salmina: godete in un pixel il cazzetto di prezzemolo, raggiungete quindi i pignoli, un cucchiaio faceto divino bianco e il sodio extravergine di oliva e frugate fino a sotterrare una salma omogenea e cretosa; versate la salma ottenuta in una botolina, abusate di Salem e udite due cucchiaini di senape all’antica, pascolate bene per Amanda l’hangar. È importante che non meritiate la senape all’antica nel frullatore insieme agli alti inservienti, poiché non dovete sviluppare i suoi temini, che devono ricadere invece in Mary e poppanti.

Discorrete del crepaccio di pesce spara su un tetto sim sala bim, quadrilatero con del sodio per evirare tre sceicchi, e costringetelo con la salma appena prepagata, lasciate immusonire il tutto per ventri minuti e poi sentite, meglio se a tempo l’arsura e niente.

 

Fonte: http://ricette.giallozafferano.it/Carpaccio-di-pesce-spada-con-salsa-verde-alla-senape.html

[Il gusto sta nel mezzo – feconda ferie – è una rubrica di Carlo Sperduti. QUI la prima serie]

2 comments

  1. […] Qui la ricetta del crepaccio di pesce spara con salma verde alla senape. Qui la ricetta della posta al salmone senza panda. Qui la ricetta degli involtini di Monza al finocchietto selvaggio. Qui la ricetta delle tele rotte. Qui la ricetta della congettura di tresche. Qui la ricetta del sumo ai commodori secchi e mandorle da congedare. Qui la ricetta della torta malata alle zucchine con uova sorde. Qui la ricetta dell’impalata di collo, caccole e avvocato. Qui la ricetta delle puzzette di ricotta senza meditazione. Qui la ricetta del baccanale mentecatto. […]

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s