Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni

Gorilla Sapiens Edizioni è una piccola casa editrice indipendente di Roma (sito ufficiale: www.gorillasapiensedizioni.com). Questo blog raccoglie racconti, articoli, rubriche degli autori Gorilla Sapiens.

1000 battute circa: n. 5

Che la situazione precaria potesse iniziare a pesare al povero Valdemaro – senza lavoro e senza una fissa dimora –, era normale. Ma temo che stia iniziando a perdere più colpi di quanto immaginabile.
L’altro giorno, dopo una lunga confabulazione col gatto Murr, il quale emetteva estenuanti strisce di sbiaditi “Miao. Miao. Miao” a ogni sussulto del mio amico, venne da me con una delle sue più strane idee imprenditoriali per rilanciarsi nella vita e proporsi nel mondo del lavoro con competitività e determinazione (parole sue, ci tengo a dire). Vi riporto il suo discorso così come l’ha presentato a me, e di lì a poco, agli amici del bar.
– Notavo che, nella pratica quotidiana del fare all’amore, capita sovente che il desiderio incolga immediatamente dopo i pasti, e che, nell’impossibilità di porre un freno alla libido, si proceda con solerzia nel coito senza essersi prima lavati i denti. Ora, questa dinamica, in caso di fellatio e/o cunnilinguo, può creare qualche piccolo inconveniente. Niente di grave, le solite cose: il classico fastidio del filetto di grasso di prosciutto cotto impigliato nel pelo pubico di lui; il tipico nocciolo di ciliegia o di oliva che sbuca fuori da lei al primo bidet post-amplesso. Cose che capitano a tutti, tutti i giorni.
Epperò, pure ritengo sia business assai remunerativo avviare un’azienda specializzata nella produzione di collutorio inguinale, magari diversificando tra penale (in senso di péne) e vaginale, ma comunque sempre bifasico, ovvero applicabile sia dopo, magari accompagnato con gargarismi pelvici, che prima, nel caso si volesse offrire al partner la possibilità, ravanando tra le zone erogene, di abbinare il piacere sessuale all’igiene dentale, e giovarsi al contempo di una morbida freschezza di agrifoglio che il collutorio lascerebbe per ore dopo l’applicazione.
Con un po’ di disagio, deglutendo con fatica alla rappresentazione mentale dell’insieme di immagini che Valdemaro mi aveva appena offerto, risposi che mi sembrava un’ottima idea (contrariarlo mi pareva impossibile, oltre che crudele) ma che se voleva avviare un’azienda – di qualunque tipo – avrebbe fatto bene a fare qualche indagine di mercato, per capire se davvero, con la crisi che c’è, si potesse aprire uno spazio di vendita per il suo collutorio inguinale.
Scettico inizialmente, si convinse a poco a poco dell’opportunità della mia proposta, e con Murr mezzo addormentato sulla spalla, si avviò per le strade a esporre in giro la sua idea pressappoco con le stesse parole con cui l’aveva espressa a me, prediligendo persone di sesso femminile come campione ideale della sua indagine di mercato.
Fra le risposte collezionate, mi permetto in pieno anonimato delle intervistate e col loro consenso, di pubblicarne alcune di cui ebbi testimonianza diretta.
DONNA 1 – Ma non potresti semplicemente sciacquarti la bocca prima di scopare?!
DONNA 2 – Non ho mai sputato un nocciolo d’oliva dalla fregna, e me ne vanto!
DONNA 3 – Mi sembra esagerato. Ci sono rimedi meno costosi e più pratici per evitare di ritrovarsi del prezzemolo fra le palle.
DONNA 4 – La questione mi pare seria, anzi, serissima. Come d’altronde il problema gemello dello scarso uso del filo interdentale. Sommessamente le ricordo che gli anglosassoni hanno coniato un verbo all’uopo, che significa precisamente: “passarsi il filo interdentale”…
DONNA 5 – Mah, un collutorio vaginale forse non lo userei. Però le suggerirei di pensare a un ammorbidente per barbe folte e ispide… Non sa quante volte avrei voluto che il mio partner adoperasse un prodotto del genere…
Sconfortato, Valdemaro rientrò a casa deciso ad abbandonare l’ennesimo progetto imprenditoriale.

[Questo “pezzo” è stato composto col contributo della commendatora, dott.ssa Zolla Pellegrino, e della venerabile Maestra d’asilo, dott.ssa Gabriella Fantini Odescalchi Mandragoni].

* “1000 battute circa” è una rubrica di Leonardo Battisti.

Solid_orange

Advertisements

One comment on “1000 battute circa: n. 5

  1. Pingback: 1000 battute circa: n. 7 | Blogorilla Sapiens - Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Follow Blogorilla Sapiens – Il blog di Gorilla Sapiens Edizioni on WordPress.com
%d bloggers like this: